Avviso

Ciao a tutti . Vi informiamo che il filmato della nuotata, foto ecc verranno pubblicati prossimamente dovendoli recuperare da Amici che hanno realizzato questo materiale.

Vi pubblico ora una testimonianza di un nuotatore esperto recuperato dal servizio sicurezza imponente al seguito… …che molti di voi conoscono che si e’ trovato in seria difficolta’ nel corso dello svolgimento del percorso 1,5 km quando e’ arrivato il nubifragio. Lui stava partecipando al percorso combinata…..

siamo vicini alla partenza e come sempre un filo di emozione mi pervade tutto è pronto un ultima pulita agli occhialini pronto anche il gps del mio fenix 3,il cielo è un po’ scuro lontano sull’isola Bella ma nulla mi fa’ pensare a quello che accadra’ una esperienza indimenticabile.Partiti, come al solito parto indietro per evitare il gruppo ma dopo circa 300 metri davanti a me’ci sono due nuotatori fermi è una cosa più forte di mè dovrebbe essere anche per tutti ma giustamente uno è libero di comportarsi come si sente,mi fermo era un uomo e una donna chiedo se va’ tutto bene lei mi risponde tranquillo è solo un po’di nausa vada pure io rispondo che questa non è solo una gara ma un momento di incontro e proseguo.Siamo quasi intorno ai 1.000 metri non capisco come mai sono un po’ in affanno ma presto capiro’ il motivo.Vedo ad un tratto sulla mia destra un gommone della C.R.I  e un uomo del personale di bordo mi grida “devi uscire dall’acqua”, in un primo momento ho pensato di avere superato il tempo massimo consentito, ma mi rendo subito conto che è in atto un forte temporale con vento e onde che non mi fanno avanzare di un metro,tentano di lanciarmi una corda poi un salvagente ma è inutile fanno fatica a governare il gommone,incomincio ad andare in affanno e finalmente riescono ad accostare e i due uomini dell’equipaggio mi prendono le mie mani e con forza mi issano a bordo del gommone.Ci vuole un attimo prima che riesco a mettermi comodo visto che il gommone è in balia delle onde una volta seduto mi accorgo ancor meglio di come faccia paura il lago e ho una reazione strana bacio uno dei due uomini poi mi accorgo che oltre a loro due e il pilota c’è una donna che mi dicono che sia una dottoressa e qui per sdrammatizzare dico che volevo ributtarmi per poi risalire e non sbagliare ma baciare la dottoressa.Adesso ci dirigiamo al piccolo porto la manovra di attracco è laboriosa adesso la pioggia è fortissima ma attracchiamo.Mi aiutano a scendere e mi indicano la scala per l’uscita del porto.Solo dopo avere raggiunto la mia autovettura con indosso muta cuffia mi rendo conto di non avere ringraziato tutto l’equipaggio del gommone Adesso lo faccio pubblicamente GRAZIE Spreafico Enrico Bruno 535 classe 1955.

La mia è una visione personale dell’accaduto che non obbliga forzatamente l’adesione di altri nel pieno rispetto del pensiero altrui.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *